Donne e uomini per la vita nel solco di Santa Madre Teresa di Calcutta


Messaggio del Consiglio Episcopale Permanente per la 39ª Giornata Nazionale per la vita (5 febbraio 2017)

Il coraggio di sognare con Dio
Alla scuola di Papa Francesco s’impara a sognare. Spesso nelle udienze fa riferimento ai sogni dei bambini e dei giovani, dei malati e degli anziani, delle famiglie e delle comunità cristiane, delle donne e degli uomini di fronte alle scelte importanti della vita. Sognare con Dio e con Lui osare e agire! Quando il Papa commenta la Parola di Dio al mattino o quando tiene discorsi nei vari viaggi apostolici, non manca di incoraggiare a sognare in grande. È nota la sua devozione a san Giuseppe, che considera uomo del “sogno” (Cfr. Mt 1,20.24). Quando si rivolge alle famiglie, ricorda loro che il sogno di Dio “continua a realizzarsi nei sogni di molte coppie che hanno il coraggio di fare della loro vita una famiglia; il coraggio di sognare con Lui, il coraggio di costruire con Lui, il coraggio di giocarci con Lui questa storia, di costruire un mondo dove nessuno si senta solo, nessuno si senta superfluo o senza un posto”. Continua la lettura di Donne e uomini per la vita nel solco di Santa Madre Teresa di Calcutta


Parlate ai ragazzi di cose grandi


È cominciata la preparazione al prossimo Sinodo dei vescovi (ottobre 2018), che sarà sul tema dei giovani e del discernimento vocazionale. Ho letto il documento preparatorio, ho letto la lettera del Papa, ho assistito alla conferenza stampa di presentazione, ma più che in qualità di giornalista vorrei dire qualche cosa ai nostri pastori in qualità di mamma di giovani, e anche da ex giovane che ha fatto, pur se a tentoni, il suo cammino di discernimento vocazionale, con catechismo, corsi e direttori spirituali.

Articolo completo

SS. Quarantore 2017


Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo a ogni creatura

L’eucaristia sorgente della missione

Le SS. Quarantore saranno guidate da Padre Adriano Da Silva dell’Istituto del Verbo Incarnato.

 

Programma

Giovedì, 26 gennaio 2017

  • Ore 20:45: S. Messa di apertura e breve adorazione eucaristica

Venerdì, 27 gennaio 2017

  • Ore 8:30: S. Messa (sono particolarmente invitate le mamme casalinghe)
    Adorazione eucaristica fino alle 11.00
    (il Padre Predicatore sarà disponibile per le sante Confessioni)
  • Ore 15:00: Esposizione del SS. Sacramento — S. Confessioni
  • Ore 16:45: Adorazione eucaristica per i ragazzi di 4ª e 5ª elementare
  • Ore 18:30: S. Messa
  • Ore 21:00: Adorazione eucaristica per tutta la comunità parrocchiale

Sabato, 28 gennaio 2017

  • Ore 8:30: S. Messa, meditazione ed esposizione
    Turni di adorazione per tutta la giornata – S. Confessioni
    Si invita a partecipare all’Adorazione personale nella giornata di sabato, soprattutto nelle ore del mezzogiorno.
  • Ore 9:30: Adorazione eucaristica per i ragazzi di 2ª e 3ª elementare
  • Ore 15:30: Adorazione eucaristica per la Confraternita del SS. Sacramento
  • Ore 9:30: Adorazione eucaristica per i ragazzi delle medie (in particolare i Cavalieri)
  • Ore 18:30: S. Messa prefestiva
  • Ore 21:00: Adorazione eucaristica per i giovani
    La chiesa rimarrà aperta fino alle ore 24.00 per l’adorazione personale

Domenica, 29 gennaio 2017

  • Ore 10:30: S. Messa solenne per tutte le famiglie
  • Ore 15:30: Adorazione conclusiva e benedizione solenne

Continua la lettura di SS. Quarantore 2017


Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo a ogni creatura


Nel cuore dell’uomo, di ogni uomo, è viva l’attesa di una “pienezza” di felicità e di un “per sempre” nell’amore; attesa più grande di ciò che è temporale e puramente mondano.

È questa fame dell’anima che spinge la folla a seguire Gesù, nell’intuizione che le sue sono “parole di vita eterna” – che svelano e portano a compimento il mistero dell’esistenza.

Ora, in ogni rapporto di comunione, soprattutto sponsale, viene il momento in cui – da sole – le parole non bastano più. Si fa allora prepotente l’esigenza del dono totale di sé, che quelle parole invera. L’Eucaristia è proprio questo dono, dove la Parola si fa Carne e Sangue, Pane che nutre di grazia la vita, principio e forza di un nuovo modo di stare nel mondo. Entrare nel dinamismo eucaristico significa lasciarsi plasmare da Cristo, affidarsi al suo amore obbediente, farsi condurre dallo Spirito. Mangiare questo Pane non può, quindi, ridursi a un’abitudine, né a un gesto di amicizia fraterna; è aprirsi a Colui che è così grande da farsi tanto piccolo! È divenire come la goccia d’acqua versata nel calice del vino fino a ritrovare se stessi nel mistero di Dio, capaci di nuove relazioni con tutti.